SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

L’annuncio, clamoroso, durante la messa di questa mattina

Una notizia che ha lasciato di stucco i fedeli è giunta durante la messa di questa mattina: il corpo di San Pio tornerà a breve nella vecchia cripta di Santa Maria delle Grazie, luogo che ha ospitato le spoglie del frate per ben 42 anni prima della traslazione definitiva nella cripta della Nuova Chiesa avvenuta ad aprile del 2010.

A dare il clamoroso annuncio è stato Fra’ Leone di Maggio durante la solenne celebrazione della domenica mattina: dopo 7 anni San Pio tornerà nel ‘piccolo cantuccio’ del Santuario di S.Maria delle Grazie. Una decisione presa, secondo le prime indiscrezioni, per agevolare i pellegrini durante il periodo invernale.

Una notizia che ha del clamoroso e che non mancherà di alimentare polemiche nell’opinione pubblica. Già lo scorso anno le spoglie di San Pio furono traslate a Roma per volere di Papa Francesco in occasione del Giubileo della Misericordia: giorni intensi nei quali milioni di persone si sono riversate nella capitale per venerare il frate di Pietrelcina.

Ricordiamo che il prossimo anno si celebrerà il 50mo anniversario della morte di Padre Pio e molti non escludono un tour di San Pio nei luoghi del mondo dove maggiore è la devozione da parte dei fedeli. Intanto le sue reliquie, portate in viaggio in questi mesi in varie città del nord America, stanno riscuotendo uno straordinario seguito raccogliendo migliaia di fedeli.

Altra notizia, ufficializzata sempre durante la messa di questa mattina, è la peregrinatio della  statua della madonnina di Fatima, che dal 15 al 27 novembre sarà nella nostra città.

 

Download PDF

Tags

 

1 Commento

  1. Colacicco scrive:

    La notizia è stata appresa con uno scroscioso applauso e largo consenso. A mio modesto parere che poi non è solo il mio, lo lascerei sempre nel suo posto originale e credo che ne “guadagneremmo” tutti. E non solo per andare a visitare il Santo…!!!???
    Gaetano Colacicco

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi