SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

Ad annunciare la visita Mons. Michele Castoro

È stato nel corso dei consueti auguri di Natale al Personale della Casa Sollievo della Sofferenza che Mons. Michele Castoro, vescovo della diocesi di Manfredonia Vieste e San Giovanni Rotondo, nonché presidente dell’Opera di San Pio, ha ufficialmente annunciato la visita di Papa Francesco alla nostra comunità nella giornata di sabato 17 marzo 2018.


Impegno rispettato, quindi, quello del Santo Padre preso nel febbraio 2016 in occasione dell’udienza giubilare concessa ai Gruppi di Preghiera di Padre Pio, alla famiglia di Casa Sollievo della Sofferenza e all’arcidiocesi di Manfredonia Vieste e San Giovanni Rotondo.

Decise le sue parole del momento: «chiunque venga nella vostra bella terra, e io ho voglia di andarci, possa trovare anche in voi un riflesso della luce del cielo».

Parole di grande apprezzamento anche nel passaggio dedicato alla Casa Sollievo: «A fianco ad un’opera di misericordia spirituale come quella dei Gruppi di Preghiera – ha espresso il pontefice -  San Pio ha voluto una straordinaria opera di misericordia corporale, la Casa Sollievo della Sofferenza, inaugurata 60 anni fa. Egli desiderò che non fosse soltanto un eccellente ospedale ma un tempio di scienza e di preghiera. Infatti gli esseri umani necessitano sempre di qualcosa in più di una cura solo tecnicamente corretta, hanno bisogno di umanità, hanno bisogno dell’attenzione del cuore. É tanto importante questo: curare la malattia ma sopratutto prendersi cura del malato. Sono due cose diverse, tutte e due importanti. Sono tanto grato a voi e a quanti servono gli ammalati con competenza, amore e fede viva. Chiediamo la grazia di riconoscere la presenza di Cristo nelle persone inferme e in coloro che soffrono. Come ripeteva sempre Padre Pio, “il malato è Gesù”».

Confidiamo di saperlo ben accogliere.

Papa Francesco, benvenuto nella nostra città, nel nostro ospedale, nel nostro convento!

Redazione SangiovanniRotondoNET.it

Download PDF

Tags

 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi