SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

La Polizia Locale raccomanda massima prudenza

Due incidenti, sempre nello stesso tratto: l’ormai famoso km 29 della SS 272 che collega San Marco in Lamis e San Giovanni Rotondo.

Il primo sinistro è avvenuto questa mattina, il secondo nel primo pomeriggio: sotto accusa l’asfalto reso viscido dalla pioggia di questi giorni. Fortunatamente i conducenti sono rimasti illesi.

Non si contano più ormai gli incidenti in quel tratto dall’inizio dell’anno. L’incidente del pomeriggio, come confermato dalla Polizia Locale potrebbe esser stato causato da una grande quantità di olio motore perso da un mezzo pesante proprio in quel tratto.

Nelle operazioni di soccorso del sinistro di questo pomeriggio – spiega il comandante della P.L Antonio Acquaviva alla nostra redazione – abbiamo constatato la presenza di una grande chiazza di olio motore che molto probabilmente un mezzo pesante ha riversato sull’asfalto, già reso viscido dalla pioggia delle ultime ore. L’ANAS sta intervenendo in questi minuti per ripulire la carreggiata dall’ingente quantità di olio sversato. Raccomandiamo gli automobilisti alla massima prudenza”.

Anche ieri mattina in un altro tratto della 272, tra S.Marco e San Severo all’altezza del convento di Stignano, un’autovettura è finita in testa coda finendo la sua corsa contro il guardrail.

Download PDF
 

1 Commento

  1. Colacicco scrive:

    Credo sia il caso di porre dei segnali luminosi a messaggio variabile per fornire all’utente indicazioni utili per la guida dei veicoli o indicazioni di pericolo o di prescrizione, in corrispondenza di luoghi ove tali indicazioni possono variare nel tempo. I segnali luminosi a messaggio variabile sono visibili in qualunque situazione di luce d’ambiente e non provocano fenomeni di abbagliamento. Così come previsto dall’ articolo 170 del Regolamento di Attuazione del Codice della strada.
    Gaetano Colacicco

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi