SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

I due foggiani di ‘Emigratis’ protagonisti di un bel gesto di solidarietà

Periodo d’oro per Pio D’Antini e Amedeo Grieco, il duo foggiano protagonista della trasmissione ‘Emigratis’ in onda da lunedì scorso in prima serata su Italia 1. I due comici del capoluogo come sapete girano per il mondo alla ricerca dei personaggi famosi in modo da poter ‘scroccare’ loro una vacanza a 5 stelle, pranzi e cene in ristoranti stellati e serate glamour esclusive.

Nel corso della prossima puntata i due si imbatteranno nel controverso imprenditore-social Gianluca Vacchi, al quale hanno ‘scroccato’ una cospicua somma di denaro. Soldi che non serviranno ai due per fare la bella vita ma che saranno destinati ad uno scopo molto più nobile. “Doneremo il denaro che abbiam preso dall’amico Gianluca Vacchi per fare una donazione ai bambini della pediatria oncologica dell’ospedale di San Giovanni Rotondo fondato da Padre Pio” hanno dichiarato Pio e Amedeo nel corso della puntata del Maurizio Costanzo Show andata in onda ieri sera su Canale 5.

La coppia foggiana è stata intravista anche sabato scorso nella nostra città in occasione della visita di Papa Francesco. C’è chi dice che avranno qualcosa in serbo per le prossime puntate, staremo a vedere.

Pio e Amedeo sono due ragazzi che, nonostante il successo che li sta travolgendo, non hanno dimenticato le loro umili origini e gli esordi nelle tv locali di Foggia. I due comici non sono nuovi a gesti di solidarietà nei confronti della propria terra: qualche tempo fa coi soldi ‘scroccati’ a Belen Rodriguez e Andrea Iannone hanno rimesso a nuovo un parco cittadino di Foggia. Inoltre hanno devoluto interi compensi dei loro spettacoli in favore delle scuole e dell’università di Foggia.

Grazie ragazzi, i piccoli angeli della Pediatria vi aspettano!

Download PDF
 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi