SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

Masciale interroga su fogna bianca e progettazione di mitigazione del rischio idraulico

Nella seduta del Question Time convocata per il mese di aprile, il consigliere Matteo Masciale, capogruppo del PD, riaccende il dibattito e pone interrogativi sul rallentamento dei lavori dell’opera infinita.



AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
DEL COMUNE DI SAN GIOVANNI ROTONDO

E P.C. AL SINDACO


Matteo Masciale

Consigliere Comunale – Capogruppo del Partito Democratico

P.E.C.: matteo.masciale@postecert.it

Cell.: (+39) 391 366 42 24

Interrogazione ai sensi dell’art. 24 del Regolamento del Consiglio Comunale con risposta da comunicare per iscritto alla prossima Question Time.

OGGETTO: CHIARIMENTI INERENTI ALLA FOGNA BIANCA E ALLA PROGETTAZIONE DI MITIGAZIONE DEL RISCHIO IDRAULICO

PREMESSA

Il comune di San Giovanni Rotondo ha appaltato il secondo lotto della fogna bianca consistente nella realizzazione delle bretelle per il raccoglimento delle acque piovane a valle del paese, che dovrebbero confluire nel famoso tunnel in fase di realizzazione.

Ma il contratto con la ditta vincitrice dell’appalto a distanza di circa due anni non è stato ancora stipulato.

Che il comune di San Giovanni Rotondo sulla base di un progetto presentato in passato da altra amministrazione sulla mitigazione delle acque per il rischio idrogeologico ha ottenuto una promessa di finanziamento di €4.900.000,00.

In qualità di consigliere comunale del Comune di San Giovanni Rotondo, in merito alla conduzione e all’andamento delle relative progettazioni chiedo quanto segue:

Visto che i due interventi sono distinti e separati in quanto il primo tratta di FOGNA BIANCA, finanziabile con i fondi di bilancio comunale (vedi prestito presso la cassa deposito e prestito), mentre il secondo è un intervento di DIFESA IDRAULICA DEL TERRITORIO, finanziabile con fondi regionali.

Come mai si è bloccata la procedura del primo intervento pur sapendo che lo stesso non può far parte del progetto generale di mitigazione delle acque con il forte rischio di vedersi respinto dagli uffici predisposti della regione Puglia e conseguenza perdita del finanziamento?

Si chiede pertanto di chiarire tali aspetti con una relazione del dirigente e del RUP appositamente nominato nella quale si specificano tutti i passaggi burocratici e tecnici che questa amministrazione intende adottare, e i tempi previsti per eventuale inizio dei lavori.

La ditta CO.FA S.r.l. con protocollo numero 9287 del 21 marzo 2018 chiarisce a questo comune quali sono gli interventi da fare al tunnel per renderlo funzionale.

Riguardo all’interminabile tunnel quali sono le azioni che questa amministrazione intende adottare per portare a termine i lavori e rendere lo stesso agibile?

Download PDF
 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi