SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

Quinto capitolo: Smart Environment

dal Programma elettorale del sindaco Costanzo Cascavilla
“San Giovanni Rotondo Città Smart”
a cura del Meetup San Giovanni Rotondo in MoVimento

In questo quinto punto del programma del sindaco, Smart Environment, ambiente intelligente, cioè sistema ambientale ed urbano sostenibile, sono essenzialmente tre i temi affrontati:

  1. gestione dei rifiuti in un’ottica integrata,
  2. riqualificazione del Centro Storico,
  3. completamento dei lavori di messa in sicurezza del territorio.

Quasi nulla di ciò che era stato previsto è stato realizzato, non solo, di alcuni problemi veramente urgenti da risolvere non esiste uno straccio di progetto. Eppure il programma non era niente male!!!

Riguardo alla gestione “intelligente” dei rifiuti questa amministrazione intendeva:

  • incrementare la raccolta differenziata (sia con il porta a porta sia con la realizzazione di un nuovo centro di raccolta comunale e di un centro di raccolta RAEE) con riduzione dei costi di conferimento;
  • coinvolgere soggetti svantaggiati nella raccolta porta a porta;
  • produzione di compost con la realizzazione di un impianto di compostaggio;
  • possibilità di considerare una diminuzione della tassazione per cittadini e imprese;
  • maggiore pulizia delle strade e delle zone periferiche;
  • produzione di energia mediante la realizzazione di un piccolo impianto di trattamento dell’umido.

La diminuzione della tassazione al momento è solo un’utopia, mentre gli impianti di compostaggio o di trattamento dell’umido sono soltanto un miraggio, di soggetti “svantaggiati” nemmeno l’ombra. I centri di raccolta RAEE ( Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) qualcuno li ha visti? Per una maggiore pulizia delle strade periferiche, beh… lasciamo perdere.

Riguardo al Centro Storico si legge nel programma “Il progressivo recupero del centro storico è fondamentale nella direzione di rendere l’antico abitato della nostra città attrattivo sia per i cittadini sia per i turisti. In particolare i giovani potranno trovare l’occasione per investire in botteghe, esercizi commerciali, ristoranti tipici.”

Dobbiamo riconoscere che sono stati spesi diverse migliaia di euro per l’ iscrizione all’Associazione Borghi Autentici d’Italia, iscrizione che doveva permetterci di accedere a fondi da investire per la riqualificazione del Centro Storico. Per ora i soldi li abbiamo dati noi all’Associazione e non ci risulta che ci sia qualcuno che stia lavorando e creando progetti di alcun tipo!!!

Nel programma, infine, si dichiarava che “La prima tematica da affrontare è la messa in sicurezza del territorio intervenendo prioritariamente sui fenomeni di dissesto idrogeologico…è indispensabile progettare interventi di mitigazione del rischio idrogeologico lungo l’asse Monte Nero-Monte Castellana…progettare un sistema di collegamento delle acque reflue a scopi irrigui da canalizzare verso la zona delle Matine…”

A NOSTRO AVVISO IL PROGRAMMA…FA ACQUA DA TUTTE LE PARTI!!!!!

Dopo aver allungato in modo irresponsabile i tempi di ripartenza dei lavori sulla messa in sicurezza del territorio, l’Amministrazione, oggi ha cercato di trascinare i Consiglieri dell’opposizione in un “Governo di Scopo” (un vergognoso “inciucio”, un’ignobile “ammucchiata”) e prolungare così la sua permanenza sul Comune fino a Natale!!!!!!

Per fortuna dopo quasi due anni anche la sinistra si è ricordata di stare all’opposizione e prende le distanze pubblicamente da questa Amministrazione.


TO BE CONTINUED… …



Meetup San Giovanni Rotondo in MoVimento



Primo capitolo

Secondo capitolo

Terzo capitolo

Quarto capitolo

 

 

Download PDF
 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi