SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

Duro comunicato del Partito Democratico

Finalmente, dopo tanti silenzi, dopo gli incontri e le trattative col sindaco e i suoi accompagnatori ora resi pubblici, il PD esce con un comunicato di attacco al sindaco Cascavilla.

Sono tante le cose che non arriviamo a capire, sarà per nostri limiti, sarà per strategia politica di elevata scientificità, fatto sta che fra il non firmare una semplice e dovuta richiesta di incontro al Prefetto e l’uscita del comunicato che segue, c’è un vuoto di logica di azione che non comprendiamo…. Chi ci aiuta a capirne di più?

È trascorso quasi un mese dal giorno in cui, di fronte all’intero consiglio comunale, il Sindaco Costanzo Cascavilla dichiarava fallito il suo progetto amministrativo (progetto che per la verità non ha mai visto la luce). In quella stessa occasione, il nostro primo cittadino, cospargendosi il capo di cenere, chiedeva a tutte le forze politiche uno sforzo di assunzione di responsabilità per tentare di risolvere i numerosi problemi della città che, con i consiglieri della sua ridotta maggioranza, non era stato in grado di portare a soluzione per evidente e manifesta incapacità.

In tantissime occasioni consiglieri, assessori e Sindaco avevano dato dimostrazione di non essere all’altezza del ruolo che i cittadini, generosamente, hanno loro affidato (direbbero i nostri nonni “na cumpagnia de scarpe sciote”) e in cui l’arma del ricatto politico è stata la sola cifra dell’azione amministrativa. 
Con questi “chiari di luna” la situazione non poteva che precipitare lasciando la città allo sbando più completo. Incapaci e inetti che hanno sequestrato la città.

Pur essendo pienamente consapevoli dell’enorme difficoltà che avremmo incontrato nell’aderire all’appello del Sindaco, con tutti i dubbi circa l’affidabilità degli interlocutori, abbiamo comunque fatto uno sforzo nella speranza di portare le nostre idee a disposizione del Sindaco. E’ di tutta evidenza che l’intera programmazione amministrativa andava radicalmente cambiata così come andava cancellata la logica spartitoria dell’amministrazione Cascavilla (unico collante della stessa).

Nell’unico incontro avuto con il Sindaco e una sua delegazione composta da due ex sindaci, Mangiacotti Salvatore e Giuliani Gennaro, tenuto domenica 18 novembre, il Partito Democratico chiariva immediatamente che la condizione per tentare di avviare un qualsiasi percorso era quella di mettere al centro un nuovo programma e con altrettanta chiarezza è stato ribadito che non avremmo chiesto nessun posto in giunta o altra carica. Il primo cittadino pur dichiarando di essere interessato si riservava di decidere, avendo la necessità di fare ulteriori incontri e che in ogni caso ci avrebbe aggiornato.

A distanza di 20 giorni, tutto è stato fatto tranne che discutere seriamente delle prospettive della nostra città, nulla è dato sapere e siamo certi che nulla di buono accadrà. Ancora una volta (ma avevamo pochissimi dubbi) il Sindaco e suoi sodali hanno preferito restare nel pantano dei ricatti irresponsabili per spartirsi qualche incarico e far pagare l’altissimo costo alla città. La miseria di questi comportamenti ipocriti che ufficialmente fanno appello a “comportamenti responsabili” e poi danno vita a soluzioni devastanti è ormai sotto gli occhi di tutti. INCAPACI E INETTI liberate la città, lo dovete prima ai cittadini e poi alla vostra personale dignità.



Partito Democratico di San Giovanni Rotondo
sezione “Nicola Cisternino”

Download PDF
 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi