SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

73° anniversario della fondazione della Repubblica Italiana

La Festa della Repubblica si celebra ogni 2 giugno, è di fatto l’unica festa nazionale d’Italia e celebra la nascita della nazione.

Tale ricorrenza rappresenta una parte fondamentale della nostra memoria storica, testimonia il coraggio di tutti coloro che difesero la Patria e diedero un determinante contributo per far nascere un’Italia libera, democratica, basata su fondamentali valori di dignità, di giustizia e di solidarietà.

La scelta della data del 2 giugno è legata ad un preciso momento storico che ha segnato la nascita dello stato italiano repubblicano, democratico, fondato sul lavoro, parlamentare, decentrato e non confessionale.

Il 2 e il 3 giugno 1946 gli italiani venivano chiamati alle urne per esprimersi su quale forma di governo, Monarchia o Repubblica, dare al Paese, in seguito alla caduta del fascismo.

Gli aventi diritto al voto furono 28 milioni e per la prima volta in Italia venne indetta una votazione nazionale a suffragio universale maschile e femminile. Una conquista, quella delle donne italiane, arrivata dopo anni di battaglie e molto più tardi rispetto ad altre donne europee e statunitensi.

Dopo 85 anni di regno della dinastia dei Savoia (di cui 20 di dittatura fascista, conclusa durante laSeconda Guerra Mondiale), con 12.717.923 voti contro 10.719.284 l’Italia diventava Repubblica e i monarchi di casa Savoia venivano esiliati: l’Italia voltava pagina.

Dall’anno successivo si scelse, per celebrare la festa della Repubblica, il 2 giugno, data in cui si tenne il referendum istituzionale, dal 1949 fu riconosciuta ufficialmente festività nazionale.

La tradizione vuole che la giornata venga celebrata ufficialmente nella Capitale.

Il cerimoniale ufficiale della Festa della Repubblica  si apre con l’alzabandiera solenne all’Altare della Patria e l’omaggio al Milite Ignoto con la deposizione di una corona d’alloro da parte del Presidente della Repubblica.

L’esibizione delle Frecce Tricolori, della Pattuglia Acrobatica Nazionale, apre e chiude la Parata ufficiale delle forze armate che si svolge lungo i Fori Imperiali, alla presenza delle più alte cariche militari e dello stato. Oltre all’Esercito Italiano, alla Marina Militare, all’Aeronautica Militare e ai Carabinieri, alla parata partecipano anche la Guardia di Finanza, la Polizia, i Vigili del Fuoco, la Guardia Forestale, la Croce Rossa Italiana e alcuni corpi della polizia municipale di Roma e della protezione civile.

Uno dei momenti più suggestivi della cerimonia è senz’altro quello dell’esibizione delle Frecce Tricolori che sfrecciano su Roma lasciando nel cielo le scie con i colori della nostra bandiera.

In tutto il mondo le ambasciate italiane tengono un festeggiamento cui sono invitati i Capi di Stato del Paese ospitante. E da tutto il mondo arrivano al nostro Presidente della Repubblica gli auguri degli altri capi di Stato.

In Italia tutti i comuni (o quasi) organizzano cerimonie ufficiali.



La Redazione di SanGiovanniRotondoNET invita tutta la cittadinanza ad esporre il tricolore.


Download PDF
 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi