SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

Stagione ricca di trofei per il culturista sangiovannese

Il bodybuilding (letteralmente costruzione del corpo) è una disciplina che tramite l’allenamento e un’alimentazione specifica mira ad aumentare il più possibile la massa e la definizione muscolare.

L’allenamento del culturista non ha come scopo quello di competere per sollevare il peso maggiore come nelle discipline del sollevamento pesi ma quello di raggiungere armonia e proporzioni in linea con i canoni del culturismo, che si ispirano al modello fisico delle statue greche e romane. Infatti, pur essendo considerato uno sport, il bodybuilding valorizza più l’aspetto estetico ed esibizionista che quello competitivo.

Negli anni settanta Schwarzenegger fu il bodybuilder per eccellenza e accompagnò questa disciplina verso il riconoscimento sportivo a livello internazionale.

Il bodybuilding come sport è stato apprezzato e praticato da un vasto pubblico negli anni ‘80 e ’90, ma ha registrato nei decenni successivi una sorta di stop per via dell’ombra nera doping.

Da alcuni anni il bodybuilding sta tornando alla ribalta e gli atleti di oggi sono l’emblema dell’allenamento, della disciplina e del vivere sano e il culturismo si sta trasformando in cultura del corpo e della mente: uno stile di vita, insomma.

Naturalmente c’è chi pratica questo sport in maniera amatoriale solo per raggiungere un benessere fisico, e chi invece decide di allenarsi seriamente per poi gareggiare una volta al raggiunta la perfetta definizione estetica dei muscoli. Nelle competizioni i bodybuilders si sfidano per determinare chi ha il fisico “perfetto”, ai giudici il compito di valutare gli atleti secondo specifici parametri come sviluppo delle masse muscolari, simmetria, proporzioni, percentuale di grasso e capacità di posatori, senza tralasciare, per alcune categorie, portamento, bellezza e altre performance artistico/sportive.

Una sfida all’ultimo muscolo dove viene ricompensato il sacrificio dell’allenamento per conquistare l’immagine di un corpo sano, dinamico, forte ed armonico.


Di privazioni e sacrifici ricompensati dal podio ne sa qualcosa Biagio Gaggiano, il bodybuilder sangiovannese di 43 anni, che nel 2019 ha collezionato numerosi trofei centrando risultati importanti nelle competizioni regionali e extra regionali a cui ha partecipato, portando alto il nome di San Giovanni Rotondo nel mondo del fitness.

Biagio Gaggiano infatti ha vinto la medaglia d’argento al Campionato sud Italia IFBB, svoltosi a Bari lo scorso 25 maggio.

Al Mr Ms Italy/Universe/Europe (un misto tra gara di bodybuilding tradizionale e concorso di bellezza), svoltosi a Sapri il 6 e 7 luglio, il culturista sangiovannese ha partecipato piazzandosi secondo e terzo rispettivamente per le categorie MR UNIVERSO IBFA cat H/P – 3 e per MR ITALIA AIC cat H/P +173 zero.

Al Grand Prix di Puglia NBBUI, nella tappa che si è tenuta a Cerignola il 20 luglio scorso, l’atleta nostrano ha conquistato un oro nella categoria GRAN PRIX NBBUI cat H/P zero e un argento per il GRAN PRIX NBBUI cat H/P +18.

Due secondi posti, infine, al Gran Prix Levante il 28 luglio a Bari, per il GRAN PRIX LEVANTE cat H/P zero e GRAN PRIX LEVANTE cat H/P +180.

Tante ottime performances, dunque, che sono il frutto di fatica e di impegno quotidiano.

In bocca al lupo a Biagio dalla nostra Redazione per un futuro sempre pieno di successi

Download PDF
 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi