SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

Spettacolo musicale per i degenti della Casa Sollievo della Sofferenza

Ora tu pensa: un pianoforte.

I tasti iniziano. I tasti finiscono.
Tu sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti.

Non sono infiniti, loro.
Tu sei infinito, e dentro quei tasti, infinita è la musica che puoi suonare.

Loro sono 88, tu sei infinito. Questo a me piace. Questo lo si può vivere. Ma se tu, ma se io salgo su quella scaletta, e davanti a me si srotola una tastiera di milioni di tasti, milioni e miliardi di tasti, che non finiscono mai, e questa è la verità, che non finiscono mai e quella tastiera è infinita… Se quella tastiera è infinita, allora su quella tastiera non c’è musica che puoi suonare. Tu sei seduto sul seggiolino sbagliato: quello è il pianoforte su cui suona Dio.

(A. Baricco)


È con questa citazione che accogliamo la maestria e il talento del giovane pianista bulgaro, Ivan  Donchev, che accompagnerà il pubblico tra le melodie del primo dei due appuntamenti ospitati da Casa Sollievo della Sofferenza per la Rassegna Musicale Internazionale InConcerto.

Ivan  Donchev nasce nella città di Burgas (Bulgaria). Intraprende lo studio del pianoforte all’età di cinque anni e dopo tre anni tiene il suo primo recital solistico. A dodici anni vince il Primo premio al Concorso Nazionale “Svetoslav Obretenov” e debutta con l’Orchestra Filarmonica di Burgas. A soli 16 anni il debutto internazionale, da allora ha vinto numerosi premi in concorsi internazionali e si è esibito in tutta Europa, negli Stati Uniti, Russia, Giappone e Corea del Sud.

Ha studiato alla National Music School di Sofia. Il suo repertorio spazia da Bach e Scarlatti agli autori contemporanei, ai quali presta particolare attenzione e ha eseguito l’integrale dei concerti per pianoforte e orchestra di Tchaikovsky. Si dedica con passione all’approfondimento del repertorio cameristico, e ha conseguito con lode il diploma in musica da camera presso il Conservatorio “Santa Cecilia”.
Dal 2007 al 2013 ha avuto la possibilità di specializzarsi con Aldo Ciccolini, che lo ha definito “Un pianista dotato di una tecnica straordinaria e sofisticata essenza musicale”.
Ivan Donchev si è inoltre dedicato alla musica jazz, (passione trasmessagli dal padre), e nel 2008 consegue il diploma con il massimo dei voti presentando una tesi di ricerca su Miles Davis.
Attualmente vive a Roma dove tiene corsi di Perfezionamento pianistico presso l’Accademia Musicale Clivis. È, inoltre, appassionato di  letteratura, cinema e arti marziali ed è cintura nera 1° Dan in Karate Wado-Ryu.

 Domenica 13 ottobre nella Sala Convegni “Mons. Ruotolo” l’artista, classe ‘81, interpreterà alcuni tra i più celebri e conosciuti brani musicali scritti ed eseguiti dai più grandi compositori del panorama della musica classica, da Ludwig van Beethoven a Franz Liszt fino al russo Modest Musorgskij.

Lo vedremo impegnato nelle esecuzioni di combinazioni armoniche di elevata complessità tecnica ed espressiva, senza tralasciare la parte sensibile ed emozionale che è senza dubbio, per questo appuntamento, la sfumatura più importante da regalare al pubblico vista la particolare location in cui si terrà l’esecuzione.

Ed è proprio la scelta di portare la musica in corsia che fa ancora una volta della Rassegna InConcerto una manifestazione attenta non solo alla qualità degli artisti in scena, andando ad attingere da un ventaglio di musicisti di fama internazionale, ma soprattutto una manifestazione  sensibile alla realtà della nostra terra portando una nota di leggerezza laddove c’è  un momento di sconforto.

La scelta di Casa Sollievo della Sofferenza risulta così una piacevole iniziativa che si pone come obiettivo di portare ai degenti e ai loro familiari sollievo e distrazione in un contesto per loro certamente non facile, e nulla c’è di migliore che provare ad immergersi in un altrove lontano lasciandosi cullare dalle note decise e allo stesso tempo delicate di un pianoforte che suona per noi.



Direzione artistica: M° Luciano Pompilio

Ingresso ore 20:00, inizio spettacolo ore 20:30

Contributo Associativo per singolo concerto: 7 €, per i degenti della Casa Sollievo della Sofferenza e per i loro familiari lo spettacolo è totalmente gratuito.


Tesseramento Stagione Concertistica 50 €

Info e Prevendite:
Edicola in Corso Umberto I

Info a questa mail

Download PDF

Tags

 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi