SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

Acquista un libro
Scrivi una dedica
Donalo alla Scuola Ospedaliera della Casa Sollievo della Sofferenza

Continuano le iniziative e le sorprese che vedono protagonisti i piccoli pazienti del reparto di Onco-Ematologia pediatrica dell’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza”.

L’ultimo progetto vede coinvolta direttamente la Scuola Ospedaliera Paritaria “Casa Sollievo della Sofferenza” presente all’interno della struttura sanitaria.

Forse non tutti sono a conoscenza che, negli ospedali d’Italia e non solo, la normativa ministeriale prevede la presenza della scuola nelle corsie pediatriche.

Anche la Casa Sollievo della Sofferenza ha provveduto ad attivare nel 1999 la Scuola in Ospedale, divenuta Paritaria nel 2002, che ad oggi resta l’unico istituto ministeriale nazionale ospedaliero.

Una scuola che si pone come obiettivo principale quello di garantire il diritto all’istruzione e la continuità didattica che, altrimenti, nel periodo di degenza, il bambino sarebbe costretto ad interrompere.

Come tutte le scuole, anche la Scuola Ospedaliera dell’Opera di San Pio necessita al proprio interno degli strumenti principali per educare e formare i suoi piccoli studenti e ogni giorno cerca di migliorare la propria offerta formativa.

Ed è proprio in questa direzione che si muove l’adesione al progetto letterario #ioleggoperché.

#ioleggoperché è la più grande iniziativa a livello nazionale che nella settimana dal 19 al 27 ottobre ti permetterà di donare un libro a tutte le scuole che hanno aderito al progetto, per fa sì che ogni scuola possa ampliare o addirittura istituire per la prima volta una propria biblioteca scolastica.

Nell’ottica di voler dare ai piccoli bambini sempre più un senso di normalità seppur costretti ad affrontare un periodo buio della propria vita, anche la Scuola Ospedaliera Paritaria ha così deciso di aderire a questa utile manifestazione culturale, volendo allo stesso tempo andare oltre e fare in modo che questo progetto possa far nascere una “biblioteca ospedaliera”.

La Scuola, in occasione di questa iniziativa, è gemellata con la libreria Ubik di Foggia e con la Mondadori Bookstore di San Severo, realtà che si sono dimostrate attente e sensibili ad ogni esigenza organizzativa del progetto.

Contribuire all’iniziativa è semplice.

Nella settimana dal 19 al 27 ottobre non devi far altro che recarti nelle librerie gemellate, scegliere il libro che più ti piace e donarlo alla Scuola Ospedaliera Paritaria “Casa Sollievo della Sofferenza”.

Chi sarà impossibilitato a recarsi sul posto potrà acquistare, già da adesso, un “buono letterario” con una libera donazione.

Una favola, un romanzo o un fumetto, per i bambini, per i genitori o per chi, in corsia, è semplicemente di passaggio, perché possano distrarsi e per un po’ immaginare di essere altrove, che in fondo è quello che fa ognuno di noi quando affonda il naso nel profumo delle pagine scritte.

Potrebbe essere proprio il libro che tu hai deciso di donare quello giusto… perché ogni bambino e ogni ragazzo che passa in reparto si riscopra appassionato di matematica, di arte o di musica, e continui, una volta tornato a casa, a perseguire i suoi istinti e le sue passioni.

Potrebbe essere il tuo libro quello che sta “curando la loro parte sana”, come è ormai d’abitudine dire nell’ambiente.

Non avrai così solo contribuito alla crescita formativa dei piccoli studenti, ma avrai senz’altro regalato un momento di spensieratezza ai piccoli pazienti, ai giovani ragazzi e alle loro instancabili famiglie.

 

Info e contatti:

 

Download PDF

Tags

 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi