SponsorSponsor

SponsorSponsor
 

Il progetto per l’informatizzazione del museo scolastico dell’ISIS “Di Maggio” protagonista alla festa dei Musei

Ogni anno dal 1977 ICOM organizza a livello mondiale la Giornata Internazionale dei Musei (International Museum Day – IMD), selezionando di volta in volta un tema specifico. Eventi innovativi e attività inerenti al tema prescelto vengono programmati dai Musei che partecipano all’iniziativa.

Istituzioni al servizio della società e del suo sviluppo, i Musei rivendicano il loro ruolo: luoghi di  scambio culturale, arricchimento delle culture e sviluppo di comprensione reciproca, cooperazione e pace fra i popoli.

In Italia l’iniziativa si è svolta lo scorso 18 maggio ed è stata inserita nell’ambito della Festa dei Musei, che è stata la cornice all’interno della quale si è sviluppato il tema della Giornata Internazionale Musei: “Musei come hub culturali: il futuro della tradizione”.

I Musei hanno sempre più un ruolo di hub culturali. Devono adeguarsi ai tempi moderni. Cercare nuovi modi per valorizzare le loro collezioni, le loro storie e le loro eredità, creando tradizioni con nuovi significati per un pubblico contemporaneo sempre più diversificato a livello globale e per le generazioni future.

Anche il Museo Nazionale Archeologico di Manfredonia (ospitato all’interno del Castello svevo-angioino) ha partecipato alla quarta edizione della Festa dei Musei. L’evento di respiro nazionale, organizzato annualmente dal MiBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) nel terzo fine settimana di Maggio, ha proposto un ricco e variegato programma.

L’ISIS “Luigi Di Maggio” ha partecipato in modo attivo all’evento presentando l’attività svolta nell’ambito del percorso di Alternanza Scuola-Lavoro dalla classe IV A dell’indirizzo Informatica. MIIDM – Museo Informatizzato ISIS “Di Maggio” il progetto realizzato per l’informatizzazione (intesa come l’applicazione di tecnologie informatiche in un determinato contesto) del museo scolastico già esistente e, non meno importante, per raccontare in modo fruibile e interattivo la storia dell’Istituto, per mezzo dei numerosi strumenti e apparecchi ad uso didattico utilizzati nel plesso nella seconda metà del secolo scorso.

Non a caso il motto del progetto è stato “La storia del passato, attraverso le tecnologie del futuro”.

Ad illustrare ai presenti le attività del percorso di Alternanza Scuola-Lavoro è stata la classe stessa, sostenuta dal Dirigente Scolastico prof. Rocco D’Avolio e dai docenti Lazzaro Ricciardi (colui che ha permesso l’esistenza del museo, dotandolo di una prima forma di catalogazione e allestimento), Matteo Ercolino (corrente tutor scolastico per il progetto), Michelangelo De Bonis (collaboratore del progetto) e Monica Mele (Referente Alternanza Scuola-Lavoro).

Come da programma, dopo i saluti e la presentazione dell’evento da parte del direttore del Museo dott. Alfredo de Biase – moderatore dell’intera iniziativa culturale –, il presidente dell’associazione Teatro Pubblico Pugliese ha tenuto una relazione sulla fiera a tema musicale Medimex e, di seguito, il Dirigente Scolastico dell’Istituto “Di Maggio” ha introdotto gli alunni Daniele Piano e Giuseppe Steduto che hanno illustrato al pubblico il progetto “MIIDM”.

Accompagnandosi con una presentazione dallo stile moderno e accattivante, i due relatori hanno esposto un’analisi SWOT sul progetto e spiegato la sua pianificazione nei tre anni previsti per l’Alternanza. Descritte le attività completate – ossia studio dei concetti basilari su musei e beni e approfondimenti in merito, e catalogazione dei beni del museo -, la presentazione si è conclusa con l’illustrazione delle attività da svolgere nel prossimo anno. Una Progressive Web App dotata di interfaccia di scannerizzazione QR Code che consente l’interazione con i beni. Database per la gestione delle informazioni sui beni. Exhibit interattivi (ad esempio l’illustrazione, tramite strisce di led, del percorso che i dati intraprendono attraverso i bus di una scheda madre) e molto altro.

 
Lo spazio dedicato ai ragazzi si è concluso tra gli applausi del pubblico.

L’esposizione della tesi di un giovane neolaureato in Lettere e Filosofia sul concetto di fotografia attraverso i secoli e l’intervento di uno dei rappresentanti dell’iniziativa “Musei inVersi” hanno concluso la prima parte del programma della Giornata dei Musei proseguita fino a notte fonda con l’apertura straordinaria delle sale del Museo di Manfredonia.



Download PDF
 

0 Commenti

Potresti essere il primo a commentare.

Lascia un commento

 

Dovresti essere loggato per postare un commento.

 
 
 
Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa estesa | Chiudi